Le illustrazioni nell’handmade

 

14344123_10209215361613781_779656504686166729_n.jpgAmo disegnare… amo inventare piccoli personaggi e trasmettere emozioni attraverso le mie illustrazioni. Circa un anno e mezzo fa, ho deciso di integrare ai miei lavori artigianali anche quelli “pittorici” mostrando sul web quello che ero in grado di fare, ovviamente con la consapevolezza che potevo anche non piacere, promettendomi in tal caso di non fare tragedie e cadere nello sconforto che tanto non serve a nulla.In fondo non sta scritto da nessuna parte che tutto ciò che facciamo sia meraviglioso per gli altri solo perché ai nostri occhi risulta bellissimo.Così, avendo un tablet , ho installato un semplice programma di disegno e  mi sono messa all’ opera… inizialmente ho trovato qualche difficoltà, disegnare su di un supporto totalmente diverso dal classico foglio di carta non è così automatico, ma alla fine con un po’ di perseveranza e tanto esercizio le difficoltà si superano ed i risultati arrivano. Facendo parte del  mondo di instagram , ho iniziato a postare le vignette che creavo, anche per capire che effetto potessero fare su chi le avesse viste… ebbene si, voce del verbo mostrare … se un artista non fa vedere le sue opere ma le tiene chiuse sigillate in casa, non solo morirà di fame ma ditemi voi come potrà mai capire se vale la pena continuare oppure no.

Io faccio così…  a parer mio, la risposta sta sempre nella domanda e se non c è domanda vuol dire che  qualcosa non va  e  di conseguenza o devo apportare delle modifiche oppure nel peggiore dei casi , abbandonare quell’ idea e magari passare ad altro. Non parlatemi e non ditemi che chi non apprezza  non capisce, perché non è così. Lasciamo da parte arroganza e presunzione e diamo spazio all’ umiltà, dobbiamo essere consapevoli dei nostri limiti e provare a superarli, qui non stiamo parlando di arte concettuale … se decidiamo di metterci in bella mostra sul web, prenderemo critiche ed elogi senza sconti. Io ho una mentalità imprenditoriale, vi parlo della mia esperienza e lo faccio con franchezza e sopratutto con dati alla mano, ovvio che se la mia è solo una passione , un hobby o un passatempo non starà certo agli altri decidere quale strada io debba prendere ma iniziamo a guardare le cose da un altra prospettiva facendo attenzione a tutti i segnali che ci arrivano e impariamo a pensare pensare e poi agire.

RICORDO ANCORA il mio primo lavoro grafico… un’ emozione misto angoscia incredibile… adesso vivo la cosa più serenamente o meglio… ho imparato a convivere CON QUELLA CHE ERA LA MIA PEGGIOR NEMICA :l’ansia , dopo lunghe lotte e tisane , abbiamo trovato un equilibrio  ma se devo dirla tutta,ancora oggi, finché non ho l’OK dal cliente non sono mai tranquilla. Le mie illustrazioni sono principalmente rivolte alle blogger, alle creative ma anche alle famiglie.C’è chi ha le idee ben precise e chi invece mi lascia libera di interpretare… ecco in questo caso lavoro molto meglio … mi sento…  più serena e riesco a dare il meglio di me.

IMG_5929.png

Le mie adorate clienti diventano parte integrante della mia vita artistica e non solo… Fare un ordine su di uno shop , dove vedi della merce e la metti in un carrello  non è come commissionare  un ‘illustrazione…Certo,non stiamo parlando di un’impresa epica, ma spero concorderete con me nel dire che non è POSSIBILE disegnare  senza sapere una virgola di chi commissiona il lavoro perché comunque anche un disegno ha diritto ad un anima e deve trasmettere  emozione..Alla consegna di un  lavoro capita spesso di rimanere in contatto con il committente  e non vi nascondo che alla fine se pur virtualmente si stringono delle belle amicizie. Con  Elisa è successo proprio questo. Innanzi tutto, è una mamma super. Per seguire e crescere la sua bimba ha dovuto lasciare la sua occupazione, ma essendo forte e tenace, non si è persa  d’ animo ed ha ben pensato di far fruttare le sue qualità artistiche…Quando mi ha contattata per il logo, mi ha subito dato fiducia… abbiamo parlato un po’ confrontandoci su alcune idee, ci siamo  anche confidate e piano piano quello che poi sarebbe diventato il suo logo ha iniziato a prendere forma e colore… per me è SEMPLICEMENTE Elisa ma sul web ed in particolare modo su instagram la troverete come                      ES bijoux                                                                                                 es bijoux.jpgLei crea un sacco di cose davvero …abilissima con il fimo e sempre all’ avanguardia con gli accessori, adatti sia a grandi che piccini. Personalmente le trovo tutte adorabili..Non sono una che regala complimenti, anzi, sono molto critica PRINCIPALMENTE CON ME STESSA E PURE CON GLI ALTRI. Guardate la meraviglia di questo braccialetto creato appositamente per me… innanzi tutto è fatto a regola d’ arte …in più è personalizzato e la confezione mi è piaciuta un sacco proprio per la sua semplicità E POI IMMANCABILE IL BIGLIETTO DA VISITA che mi  ha fatto gongolare parecchi0

14449978_10209215177809186_2689421613015430731_n.jpg

14469567_10209215177529179_3063477182084383187_n.jpgAmo disegnare e lo faccio tutti i giorni ma quando si tratta di realizzare un ordine grafico non è tutto così automatico, devo avere tranquillità , pace e silenzio dentro , fuori e tutto intorno. Sembrerà assurdo, ma posso garantirvi che quando forzo la mano e provo a disegnare con la tensione , faccio un sacco di errori e a quel punto preferisco chiudere il tablet e dedicarmi ad altro. Lavorando su prenotazione ho dei tempi stabiliti in base agli ordini, do sempre la priorità ai lavori fatti mano come i fiocchi nascita e le bomboniere, lì non si scherza perché  se dovessi sgarrare di un giorno sono guai seri. Per le illustrazioni invece  mi prendo tempi un po’ più lunghi perché come vi spiegavo,  è un lavoro totalmente diverso dove principalmente tutto deve partire dalla mia mente, passare dal cuore e arrivare fino alla mia penna … un bacio a tutte e alla prossima.

Se volete conoscere Elisa e il suo laboratorio creativo la troverete su INSTAGRAM come @es_bijoux_ oppure cliccate  Q U ì

shooting fotografico by fattoconilcuore

 

Le bomboniere nel fatto a mano

“…Non si può comprare l’Amore, ma si può comprare un oggetto fatto a mano che più o meno è la stessa cosa…”

14364876_10209136401479827_6581160173943911167_nRealizzare e vendere bomboniere è davvero un lavoro impegnativo, devi essere attenta in ogni fase della creazione e capace di riprodurre quantitativi che alle volte superano anche il centinaio senza mai e dico mai trascurarne i dettagli . Se posso darvi il mio parere, non avventuratevi in cose che pensate di fare senza aver prima sperimentato, ed iniziate sempre a piccoli passi, vi rammento che in questo tipo di lavoro, non vince chi arriva per prima,ma solo chi fa un buon lavoro. Ricordo ancora i miei primi ordini…un misto di felicità ed angoscia che ancora al solo pensiero mi fa venire la pelle d’oca.

Inizialmente avevo puntato su due/tre tipologie di creazioni e solo dopo aver fatto le cosiddette prove tecniche per stabilire tempi di realizzazione, costo del materiale e difficoltà le proponevo al mio pubblico. Con il tempo tutto non potrà che migliorare, qualità della manifattura,scelta dei materiali, prezzi e quantitativi. La cosa fondamentale è impostare bene il lavoro ed il rapporto con le vostre clienti che non vi conoscono se non attraverso i vostri lavori e stanno riponendo in voi una grande fiducia, pertanto rendetele partecipi e non trascuratele,in fin dei conti, aggiornare chi ci ha commissionato un lavoro è il minimo che si possa fare. Un punto fondamentale è stabilire i tempi di realizzazione e spedizione. Considero sempre gli imprevisti che possono sorgere, piuttosto calcolo qualche giorno in più e non in meno.blog-bomboIl cliente non è li con me durante il lavoro, non immagina quante cose possono succedere nel corso della preparazione del suo ordine, sapete quante volte ho richiesto del materiale e poi magari mancava qualche pezzo? ecco, io calcolo anche queste eventualità come anche la possibilità di una improvvisa influenza del mio bimbo che in quel caso blocca qualunque cosa io stia facendo per dare cura e attenzione a lui che è la mia priorità assoluta, in questo modo, ho sempre e comunque il tempo di correre ai ripari senza che nessuno ( me compresa) vada in ansia e agitazione. Offro sempre la possibilità di personalizzare le mie creazioni, ma aprite bene le orecchie, quando parlo di personalizzazione, non intendo stravolgimento o esecuzione di qualunque cosa mi venga richiesto. Siamo creative e non operaie pronte ad eseguire ordini, spetta a noi stabilire i ruoli e le regole ma sempre con la dovuta educazione e gentilezza, pertanto quando proponiamo una delle nostre creazioni come bomboniere specifichiamo bene cosa intendiamo per personalizzazione,dando noi stesse le indicazioni ( laddove è possibile ) di una ipotetica modifica legata alla scelta del colore o magari della dimensione.PicMonkey Collage23.jpgAggiornatevi sempre su quelle che sono le tendenze e le richieste del mercato.Anche nel fatto a mano è fondamentale studiare. Se ad esempio siete abili con l’uncinetto, non sprecate tutte le energie a fare centrini se poi alla fine non ci sono richieste, piuttosto dedicate del tempo imparando qualcosa di nuovo e che può tornarvi utile, come la tecnica dell’ amigurumi. Per farla breve, provate ad adattare le vostre abilità a ciò che in questo momento fa tendenza. Ci saranno creazioni che si manterranno per lungo tempo magari apportando qualche modifica, in modo da diventare insostituibili , delle vere e proprie icone del nostro laboratorio, altre invece saranno solo di passaggio, ciò che conta è mantenere sempre lo stesso inconfondibile stile ovvero ciò che ci rende uniche nel nostro genere.14355561_10209136270716558_315576213138525277_n